Domus Europa

ALCUNE QUESTIONI IRRISOLTE DELLA PANDEMIA.

Nel suo intervento sul The Mail on Sunday, Lord Jonathan Sumption, ex membro della Suprema Corte di Giustizia inglese, ha affermato che il raggiungimento di una società Covid free, una diffusione zero dell’epidemia da Sars-CoV-2, è un miraggio, e che i ripetuti lockdown sono un sinistro esperimento nel quadro delle democrazie. Sumption mette in evidenza che la nostra civiltà ha normalizzato l’accettazione di molte malattie, e non si capisce perché l’approccio verso la Covid-19 dovrebbe essere differente. La vera questione su cui la società civile ed i politici dovrebbero interrogarsi è quale numero di morti si è disposti ad accettare. Parole di buon senso per una serie di ragioni, in primis perché la morte è parte ineluttabile del ciclo della vita, e perché i danni al tessuto socio-economico potranno essere drammatici – disoccupazione molto elevata e inflazione fuori controllo, ad esempio – minando per lustri la qualità della vita sotto diversi aspetti, impattanti anche sulla Salute pubblica.

Quel che è mancato è stata una valutazione esaustiva dei benefici delle misure restrittive a dispetto dei loro costi. D’altronde come ha sottolineato il Prof. John Ioannidis della Stanford University – epidemiologo i cui lavori sono di riferimento, tra i più citati dai colleghi – in una analisi comparativa di diverse aree geografiche, pubblicata dal European Journal of Clinical Investigation lo scorso 5 Gennaio (cofirmatari il Dr. Eran Bendavid e il Prof. Jay Bhattacharya), l’andamento dell’epidemia si è mostrato simile in differenti contesti, causato più da una naturale dinamica di propagazione che dall’impatto delle prescrizioni governative. Il lockdown poteva forse essere giustificato all’inizio quando si annunciava un nuovo virus altamente trasmissibile che procurava una mortalità dello 3,4% – il dato estrapolato in Cina – una misura per guadagnare tempo in favore delle strutture sanitarie. Ioannidis è dell’avviso che «il lockdown poteva essere una scelta difendibile, disperata, quando ancora conoscevamo poco del Sars-CoV-2, ma ora dovremmo evitare esagerazioni». More »

PUTIN A DAVOS E LE PREOCCUPAZONI DEI BUONI DEMOCRATICI Wladimir Putin (68 anni). Quando parla il tiranno, la gente dabbene si domanda dove andremo di questo passo a finire. E lo hanno fatto parlare a Davos, nel consesso dei Grandi (e Molto Facoltosi) Sapienti della Terra. Una provocazione per tutti i buoni democratici.... 
Sassanelli I., “Tolkien e il Vangelo di Gollum”, Cacucci Editore. L’intuizione guida che anima la ricerca di Sassanelli, teologo e canonista pugliese, parte da uno di quei lampi fugaci descritti da Tolkien, quelli che permettono di vedere la luce che trapela tra le catene di causa e effetto materiale,... 
Mario Draghi, 73 anni. Una volta le “Lune di Miele” si chiamavano così perché almeno chi poteva permettersele faceva in modo che durassero quattro settimane, cioè appunto un mese lunare. Siamo alla vigilia della Quaresima, poiché il 17 sarà il Mercoledì della Ceneri. La scommessa da fare potrebbe essere:... 
Cose che il mainstream non vi racconterà MAI (e nemmeno i neocon) Probabilmente in pochi conoscono le Brigate Babilonesi, brigate cristiane parte delle Unità di Mobilitazione Popolare irachene (di cui fa parte Kata’ib Hezbollah): il loro comandante è Ryan Chaldean, che in una recente intervista riguardo al generale... 
Nel 1942, Stefan Zweig scriveva che la sua generazione, nata al crepuscolo dell’Ottocento, aveva ricevuto i più grossi colpi dagli avvenimenti della Storia. I loro padri e le generazioni precedenti avevano potuto vivere una vita in relativa sicurezza, senza grosse scosse provenienti dall’esterno. Per decenni,... 
Non solo gli Stati, le Nazioni, gli uomini e… le liti “habent sua sidera”, ma anche le categorie professionali. Negli anni ‘80-90 del secolo scorso andavano per la maggiore i magistrati, che riempivano i mass-media delle loro gesta, ispiravano i giovani ad iscriversi alla facoltà di giurisprudenza, davano... 

 

 

Login

Copyright © 2009 Domus Europa. All rights reserved.
Data del decreto che autorizza la registrazione: 06/06/2015 num.reg.stampa:3 | num.R.G.:716/2015
Registrazione marchio: n°di pubblicazione: RN2013C000315 | pubblicato: 06/08/2013 | classe Internazionale 41 -
Designed by siroscape.
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, domus-europa.eu utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy