Domus Europa

UNAR (IMMORALIA) NEL MIRINO. DALLE REGOLE PER I GIORNALISTI ALLO SCANDALO. Di Fabio Torriero

FacebookTwitterLinkedIn

Francesco Spano, direttore dimissionario dell’Unar.

Ecco il manuale Cencelli dell’Unar, da ieri nell’occhio del ciclone per un bando che ha finanziato (con fondi milionari) associazioni del mondo Lgbt e arcobaleno in genere, tra cui (sempre se l’inchiesta confermerà il filmato delle Iene) l’Anddos, rea di ospitare nelle sue sedi orge, festini, prostituzione gay e favorire il consumo di droga.

Una tempesta che ha portato alle dimissioni il direttore dell’Unar Francesco Spano, con tanto di tessera di socio Anddos.

Ma in questa sede non interessa la vicenda giudiziaria. E’ il ruolo dell’Unar, diretta emanazione della presidenza del Consiglio, bandiera istituzionale delle campagne antidiscriminazioni (gay compresi), che merita una riflessione. Certamente ora, alla luce degli ultimi fatti, le sue direttive etiche, acquistano un altro significato. E peccato che fino a qualche tempo fa, era la stella polare delle vere concezioni tolleranti, addirittura fino al punto di certificare la neo-lingua democratica, da imporre ai giornalisti (pardon, consigliare). Ricostruiamo questa storia.

L’11 dicembre del 2013, infatti, il ministero per le Pari opportunità presentava le Linee guida per un’informazione “rispettosa delle persone LGBT”, un documento-compendio derivato da un ciclo di incontri organizzato dall’Unar (Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali) con “Redattore Sociale”, e con il patrocinio dell’Ordine nazionale dei giornalisti e della Federazione nazionale stampa italiana, delle amministrazioni comunali, degli Ordini regionali e dei sindacati dei giornalisti delle città ospitanti.

Ma vediamo i “consigli”.

REGOLE PER NON ESSERE OMOFOBI More »

Sospese le trattative relative all’accordo di libero scambio transatlantico (TTIP) tra Unione Europea e Stati Uniti a causa dell’insediamento di Donald Trump alla Casa Bianca e delle sue politiche commerciali “protezioniste”, l’UE sembra oramai aver invece portato a termine con esito positivo i negoziati... 
Gli eurocrati mentono sulla Grecia, sull’Italia e sulla sopravvivenza della moneta unica Spira aria di crisi nell’Unione monetaria europea. Infatti, quando gli uomini che contano scendono in campo per ribadire cose che dovrebbero essere scontate, vuol dire che in realtà esse non lo sono affatto. Il presidente... 
Georges Bernanos (1888-1948) Nel 1944 Georges Bernanos, il tormentato scrittore cattolico (il suo capolavoro è il Diario di un curato di campagna) pubblica una  furibonda raccolta di invettive contro la società industriale.  Vista la data, è  dir  poco definirlo profetico fin dal titolo: “La France contre... 
Iben Thranholm    Forse non tutti sanno sanno che l’Unione Europea  ha predisposto un Piano d’azione di comunicazione  strategica destinato ai paesi dell’Europa Orientale, che ha quale strumento operativo la East Strat Com Task Force. Questo team, composto da dieci esperti, ha  un  sito internet,... 
È giusto di questi giorni la polemica innescata dalla nuova amministrazione americana intorno all’euro quale “marco tedesco camuffato”. Al di là delle schermaglie tra cancellerie e al di là di ogni giudizio sulla presidenza USA, l’evocata immagine del camuffamento tocca un problema drammaticamente reale,... 
L’Europa di Bruxelles/Strasburgo è in crisi. Soprattutto perché il suo prestigio è in calo vertiginoso, la sua credibilità scende sempre più rapidamente. Nel mondo ancor dominato dalle “tre egemonie” (la statunitense, la cinese e quella musulmana, che è piuttosto un egemonismo) e complicato dalle potenze... 

 

 

Login

Copyright © 2009 Domus Europa. All rights reserved.
Data del decreto che autorizza la registrazione: 06/06/2015 num.reg.stampa:3 | num.R.G.:716/2015
Registrazione marchio: n°di pubblicazione: RN2013C000315 | pubblicato: 06/08/2013 | classe Internazionale 41 -
Designed by siroscape.
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, domus-europa.eu utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy